scale in vetroresina

Acquista per categoria

Scale in vetroresina

Scale in vetroresina

EN 131 CEI EN 61478CEI EN61478
Certificazione delle scale in base alla normativa tecnica EN131. SCALE: REQUISITI UNI EN 131-2:2017 UNI EN 131-2:2017 Scale - Parte 2: Requisiti, prove, marcatura La norma dettaglia le caratteristiche generali di progettazione, i requisiti e i metodi di prova per le scale portatili di qualunque materiale essesiano fatte. Essa non si applica agli sgabelli a gradini, alle scale ad uso professionale specifico quali le scale per i vigili del fuoco, le scale per i tetti e le scale rimorchiabili. Essa non si applica alle scale usate per lavori sotto tensione, per i quali si applica la CEI EN 61478. La norma è destinata ad essere utilizzata unitamente alla UNI EN 131-1. Per le scale trasformabili multi posizione con cerniere si applica la UNI EN 131-4. Per le scale telescopiche si applica la UNI EN 131-6. Per le scale movibili con piattaforma si applica la UNI EN 131-7. Data entrata in vigore : 02 febbraio 2017
CEI EN 61478: 2002 - Lavori sotto tensione - Scale in materiale isolante
Distanze di sicurezza
Quando sono effettuati lavori sotto tensione è necessario evitare la possibilità di scariche dovute al cedimento dell’isolamento. Conseguentemente, tra gli elementi a potenziale diverso, deve essere mantenuto un determinato livello di isolamento e una determinata distanza da non oltrepassare adeguatamente correlata al valore delle sovratensioni (U 2 ) che statisticamente vi si possono manifestare nelle condizioni di lavoro in base al quale le distanze stesse sono calcolate. La minima distanza di avvicinamento D A è data dalla somma di una distanza “elettrica” D U , che garantisce la tenuta dello spazio d’aria e di una distanza “ergonomica” D E che garantisce la sicurezza anche in seguito a movimenti in­ volontari dell’operatore. D A = D U + D E Occorre preliminarmente calcolare: l la distanza elettrica minima D U relativa alla tensione percentuale di tenuta U 90 associata alla sovratensione statistica di manovra attesa nel punto di lavoro; l la distanza ergonomica richiesta tenendo conto delle procedure di lavoro adottate, del livello di addestramento e della preparazione dei lavoratori, dei fattori ambientali ecc. La normativa internazionale, recepita a livello nazionale (CEI EN 61472 2005-05, « Lavori sotto tensione. Distanze minime di avvicinamento per sistemi in corrente alternata da 72,5 kV a 800 kV »), ha fornito i criteri per effettuare il calcolo della componente elettrica della minima distanza di avvicinamento basato su considerazioni riguardanti le effettive condizioni nelle quali si opera. La D U è valutata partendo dalle caratteristiche dielettriche della configurazione di riferimento asta­piano nelle condizioni di sollecitazione critica applicata e tenendo conto del massimo livello di sovratensioni di manovra che si possono verificare nel sistema considerato. A questa configurazione di base devono essere aggiunte valutazioni ulteriori per tenere conto della possibile variazione di distanza in relazione a:

--le caratteristiche geometriche della configurazione considerata durante il lavoro (kg);
--le condizioni atmosferiche (ka);
--la presenza di oggetti metallici a potenziale flottante (kf);
--la presenza di isolatori danneggiati (ki);


Leggi tutto

Le scale in vetroresina sono Robuste e resistenti per durare nel tempo

Sono realizzate impiegando materiale di alta qualità. I processi di produzione all’interno degli stabilimenti sono caratterizzati dall'impiego delle più moderne ed avanzate tecnologie, utilizzando robot di saldatura e macchine a controllo numerico. Prima di essere immesse in commercio vengono eseguiti controlli e collaudi in azienda su ogni articolo garantendo all'utilizzatore finale robustezza e affidabilità nel tempo. Sono prodotti, pensati in modo esplicito per un utilizzo professionale.

La massima attenzione a tutti i particolari

Tutte le scale in vetroresina sono progettate per rendere più agevole il lavoro di chi le adopera quotidianalmente

La sicurezza e le norme di legge

Per la sicurezza dei propri prodotti non si è scesi a compromessi. Le scale in alluminio / vetroresina elencate in questo sito sono coperte da garanzia totale per evenutali difetti di fabbricazione e soddisfano i criteri di buona progettazione applicabili dalle normative cogenti in materia ed anche volontarie applicabili.

La sicurezza dell’isolamento elettrico

Gli accoppiamenti tra i pioli ed i montanti sono stati testati secondo le direttive CEI-EN-50528 (per tensioni fino a 1000V A.C. e 1500V D.C.) e secondo CEI-EN-61478 (categoria 1 - per tensioni fino a 36.000 V). Tali normative prevedono l’immersione della scala in acqua e successiva asciugatura; applicazione di elettrodi sotto tensione tra tutte le coppie di scalini e successiva termografia per verificare che non si verifichino eccessivi surriscaldamenti, oltre all’assenza di scarica.

Su richiesta si realizzano scale personalizzate e accessoriate; lotti in conformità a norme o specifiche di enti nazionali elettrici. Su richiesta si realizzano scale per lavori in alta tensione fino a 36 kV, conformi a CEI EN 61478. Il costo della certificazione (da eseguirsi necessariamente per ogni lotto/fornitura) viene quantificato di volta in volta.

Non conducono elettricità ed aumentano la sicurezza per gli operatori nel settore elettrico in genere. L'uso di scale isolanti in prossimità di impianti elettrici, e in conformità a quanto indicato sul Libretto avvertenze e uso fornito soddisfa i criteri di sicurezza di cui al disposto del dal D.Lgs. 81. Gli accoppiamenti tra pioli e montanti sono stati testati secondo la normativa CEI-EN-50528 (per tensioni fino a 1000V A.C. e 1500V D.C.) e secondo la normativa CEI-EN-61478 (categoria 1 - per tensioni fino a 36.000 V). Sono, inoltre, inossidabili con totale resistenza agli agenti atmosferici, oltre che chimici.